Stampa

Auguri Natale 2020

Scritto da Super User. Postato in Laverda&Mure

SANTO NATALE 2020

Che Natale sarà quest’anno? E come lo vivranno tante persone? Sono queste due domande a portarmi a raggiungere ciascuno di voi, per un augurio sereno e fiducioso di Buon Natale!

Mentre il ritmo della vita ha subito forti cambiamenti, certamente anche il modo di vivere la fede e il modo di essere parrocchia… ha fatto altrettanto, se guardiamo come paura, incertezza, timore, poca voglia (?) hanno ridimensionato le celebrazioni e le relazioni tra le persone.
Probabilmente tanti che leggeranno queste parole già da tempo hanno smesso di frequentare, o, addirittura, di sentirsi parte di questa parrocchia, e delle sue iniziative… Ciascuno ha i suoi motivi, i suoi perché, ma fatto sta che… la parrocchia continua ad esserci e il Natale anche quest’anno lo celebriamo.
Mi accompagna da qualche giorno un’esperienza vissuta in ospedale ad Asiago, alcuni giorni fa, quando, dopo aver benedetto una salma, pregando con i familiari presenti, mi sono accostato ad un’altra bara, presso la quale non c’era nessuno. Ho chiesto ai presenti: «Nessuno di noi conosce questa persona, che giace dentro questa bara, ma è chiesto a noi, in questo momento di essere i suoi familiari, di accompagnarla con la preghiera… Rappresentiamo noi la Chiesa intera, vivendo questo momento…».
Immagino un po’ così il Natale di quest’anno: con tante persone che si troveranno quasi come quella bara, da soli, magari dimenticati, dopo aver perso qualche congiunto, senza aver nemmeno potuto congedarsi in modo umano; e altre persone che sceglieranno e saranno disponibili ad essere “familiari” per questa persone che sono da sole.
In effetti, Gesù è nato in periferia, non sotto i riflettori, quasi all’insaputa di tutti, nel nascondimento e nella povertà più estrema… Ci sono persone che vivono così da giorni, mesi, anni, forse, addirittura…
Il Natale di quest’anno offre una delle opportunità più grandi: non fare regali, ma… essere regalo! Sì, hai letto giusto: quest’anno sii tu il regalo per qualche persona, per chi ti abita vicino, per chi sta nel tuo stesso condominio. Quest’anno prenditi a cuore e cura di una persona, non quelle di casa, un’altra… Ce ne sono tante che possono essere visitate, salutate, sentite per telefono o videochiamata.
E Natale richiama un altro grande fondamento, la famiglia. Mi chiedo spesse volte se come parrocchie assomigliamo ad una famiglia, o, piuttosto, se ci lasciamo condizionare nel diventare sempre più isole, distanti e sempre più irraggiungibili. Forse la pandemia ha evidenziato ancor di più un senso di disinteresse, di distanze, di autonomia, che poco hanno a che fare con il Vangelo.
Mettersi in gioco di più, lasciarsi coinvolgere di più dalle iniziative, superare la paura e il timore di far conoscere anche difetti e problemi che abbiamo, può essere un modo perché le porte siano aperte anche per coloro che, fino ad ora, se le sono trovate chiuse.
Potrebbe essere una partita persa. Potrebbe, però, essere anche una partita vinta.
Speranza e responsabilità sono i pilastri con cui vincere questa sfida.
Pensando a quanti quest’anno ci hanno lasciato, nelle nostre comunità, immagino un Natale dove loro sono tutti vicini, e ci invitano a guardare a quel Bambinello che semina speranza e ci motiva ad aver fiducia, nel bene, nella gioia, nell’umanità!
Buon Natale a tutti, di cuore!


don Federico,
e il Consiglio Pastorale

Ricevimento parrocchiani

Martedì, dopo la s.messa delle ore 8.30, a Mure; giovedì, dopo la s.messa delle ore 8.30, a Laverda (salvo impegni diocesani o vicariali). Il parroco è sempre disponibile per colloqui, dialogo spirituale al pomeriggio, previo accordo.

I nostri contatti

Parrocchie di Laverda e Mure

Laverda tel.: 0424 708105
Mure tel.: 0424 708105
Email: laverdamure@gmail.com

Coordinate bancarie

C/c bancario:
Parrocchia Santa Maria Maddalena di Laverda
via Laverda 1
36046 Lusiana    VI
Volksbank Banca Popolare dell'Alto Adige
BIC: BPAAIT2B153
IBAN: IT29 U058 5660 5101 5357 0003 177
Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla